Coerenza e creatività: ingredienti per una comunicazione di successo, con Enzo Barbaro

ascoltalo sulla tua piattaforma preferita

Non è un caso se diverse figure che affondano le radici nel marketing e nella comunicazione stanno ora prendendo posto nei piani dirigenziali più alti all’interno delle società sportive. Se poi si parla con Enzo Barbaro, marketing e general manager UYBA volley , si capisce che di caso non si tratta ma che è solo una conseguenza logica di quanto, determinate figure, sanno così bene quali sono le necessità degli stakeholder che sfruttano il tempo a loro disposizione per fare il bene del tifoso. Ed è proprio questo uno dei punti che abbiamo toccato, ovvero cosa funziona per un tifoso di pallavolo. Siamo poi andati a capire quali sono i ruoli di un general manager di una società di pallavolo di serie A1 e come intende il concetto di leadership insieme al suo team.

Ma in termini di comunicazione? Cosa funziona ad oggi per i tifosi della pallavolo? Enzo vede il volley e UYBA in una condizione favorevole in quanto la comunicazione può essere vista come semplice foglio bianco che si può riempire come si vuole in quanto grazie alla flessibilità dei nuovi media è facile sperimentare. Le cose sono molto cambiate rispetto al passato dove l’investimento su carta stampata era rischioso, comportava un investimento molto più alto e altresì non dava analytics su risultati. Ad oggi, nella pallavolo come in altri sport minori, la possibilità di interagire con strumenti digitali permette di fare nuovi e diversi tentativi senza pagare delle scelte sbagliate a caro prezzo. E allora proprio qui sta il trucco, se si ha la possibilità di provare perché non farlo? Oltre a dei ritorni in termini di awareness si avranno certamente dei ritorni in termini di esperienza e comprensione dei propri tifosi e in generale dei propri stakeholder; questo non può che portare benefici a lungo termini nella definizione di tutte le strategie legate al club.

L’obiettivo principale è quello di coinvolgere la community che più si sentirà vicina e compresa e più sarà fedele nel tempo. L’essere, in termini di atleti e società, accessibili e alla portata di tutti, crea enormi opportunità in termini di avvicinamento dei tifosi; servono semplicemente le giuste iniziative e la giusta comunicazione. Detto ciò, attraverso l’attenzione a tutto quello che succede e tramite un processo creativo sono numerosissime le opportunità per far bene e creare valore.

Il risultato di oggi, ovvero essere il numero 1 nella pallavolo femminile per follower e engagement è, come ci dice Enzo, il semplice risultato, di un lavoro continuo basata su una serie di piccole iniziative che sommate e coerenti tra loro hanno creato un’identità digitale ben definita. Non è un caso che tutt’oggi UYBA sia sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo ed innovativo per mantenere il suo ruolo di first mover nelle iniziative più interessanti del mondo pallavolistico. 

Per chiudere due parole sul tema della leadership, buon ascolto!

partecipa alla discussione

i nostri social

condividi questo contenuto per migliorare lo sport

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

TUTTI I NOSTRI CONTENUTI PER TE

podcast
tg_image_1957393095
Como TV: vantaggi e difficoltà nel trasformarsi in una media company, con Riccardo Cambiaghi, e Goffredo d’Onofrio
podcast
Post lancio faccia Allaria
Football americano in Italia: ecco cosa devi sapere, con Barbara Allaria
podcast
90844BC8-996F-4AC2-BC24-C9566BDC3B81
I numeri fanno vincere le partite? Il ruolo dei big data nel calcio
podcast
gabin-vallet-e2BAo9BwzV8-unsplash
Prevenzione infortuni, un approccio personalizzato, tra struttura e specificità, con Roberto Cala (1/2)
podcast
pexels-pixabay-208494
Rispondiamo alle domande: Tra allenamento per principi, controllo orientato e correzioni individuali
corsi
Formatori page - Cristian Iriarte
Elementi di preparazione atletica per il dilettantismo
podcast
mobile-header
Binomio sport turismo: da opportunità a risultati, con Andrea Vidotti
podcast
david-vilches-dmefLgEYM_k-unsplash
Gestire il cambiamento di allenatori e bambini, con Isabella Gasperini

Nullam quis risus eget urna mollis ornare vel eu leo. Aenean lacinia bibendum nulla sed